NUMERO VERDE 800 188 668

youtube twitter google plus linkedin facebook Seguiteci:

  • Iscriviti Ora
    Iscriviti Ora

    Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Strategica ad Orientamento Neuroscientifico

    Il corso quadriennale è riservato a medici e psicologi iscritti nei rispettivi albi professionali.

    Maggiori Informazioni

  • Master MA2017/01
    Master MA2017/01

    Master Annuale in Psicoterapia Strategica ad Orientamento Neuroscientifico

    Il master è rivolto a medici e psicologi già specializzati in psicoterapia.

    Maggiori Informazioni

  • Master DPN 2017
    Master DPN 2017

    Master Annuale in dietetica, psico-nutrizione e tecniche di nutrizione integrata mente-corpo

    Il master è rivolto a ai laureati impegnati nel settore delle Scienze della Salute.

    Maggiori Informazioni

  • Webinar
    Webinar

    Webinar internazionali dedicati a laureandi e laureati in discipline mediche, psicologiche e sociali

    Sei workshop, in videoconferenza, tenuti da relatori di fama internazionale

    Maggiori Informazioni

Pubblicazioni

pubblicazioniLa Dott.ssa Celia è autrice del libro (in uscita con la Franco Angeli il 4 Aprile 2014) dal titolo “Il gruppo strategico integrato. Teoria, metodi e strumenti per una conduzione efficace”.

Questo testo, fortemente specialistico ed innovativo, è destinato a medici, psicologi, counselors, esperti di coaching, formatori e offre nuove interpretazioni sul funzionamento dei gruppi e metodi di intervento per condurli in modo efficace. In particolare, viene presentata una nuova prospettiva teorica-clinica (definita strategica-integrata) e una nuova metodologica (attraverso lo sviluppo di uno strumento denominato Griglia per l’Inquadramento dello Stile Narrativo dei Gruppi Dinamici G.I.N.) del processo dinamico in gruppo che può essere adottata per diverse tipologie di gruppo con ottimi risultati.

La reinterpretazione della dinamica di gruppo in chiave strategico-integrata, che nel libro viene proposta, sviluppata ed implementata, prende forma all’interno di un più ampio lavoro personale e professionale di integrazione tra dimensione scientifica e dimensione clinico- formativa.

La lunga esperienza clinico-formativa ha condotto l’autrice a verificare l’ipotesi teorico-metodologica che i gruppi abbiano uno specifico stile narrativo in funzione della fase in cui si trovano e che questo stile può essere individuato attraverso alcuni indicatori specifici. Questo stile narrativo può essere inquadrato dal clinico-conduttore attraverso uno strumento (la G.I.N.), costruito ad hoc dalla Dott.ssa Celia. In questo modo, si offre al conduttore un importante strumento che dà la possibilità di direzionare più efficacemente il suo intervento, facilitare l’evoluzione del gruppo, produrre cambiamenti nei partecipanti e verificare al tempo stesso il proprio lavoro con il gruppo in base degli obiettivi prefissati. Si propone così una nuova ipotesi del legame che intercorre tra narrazione, intesa come stile narrativo, e fasi dinamico-evolutive che il gruppo attraversa.

pubblicazioniLa Dott.ssa Celia ha scritto inoltre due contributi intitolati: “Organizzazione ed esiti dei moduli frontali - laboratori di sensibilizzazione” e “Organizzazione ed esiti del laboratorio di informazione-sportello di counseling psicologico”, all’interno del testo edito da Cues (in corso di stampa) “I ragazzi tra amore, sessualità normale e sessualità patologica. Esiti di un progetto di ricerca-azione”, a cura di Giulia Savarese. Nei due contributi, la Dott.ssa Celia descrive i  moduli da lei affrontati all’interno della più ampia ricerca condotta con gli adolescenti nelle scuole della Campania sull’educazione sessuale, sulla conoscenza, approfondimento e prevenzione degli abusi sessuali.

Gli obiettivi del primo modulo sono stati: definizione di maltrattamento fisico, psicologico, abuso sessuale; gli abusanti; tipologie di reati sessuali; indicatori psicologici; le cause; imparare a riconoscere situazioni a rischio; imparare a prevenire le situazioni a rischio; imparare a scegliere il comportamento adeguato per affrontare una situazione a rischio.

Al fine di creare un coinvolgimento dei ragazzi sui delicati temi da trattare e all’ulteriore scopo di rilevare le loro conoscenze di base, è stato presentato un quiz a squadre. La partecipazione è stata attiva e interessata. Il secondo modulo è stato dedicato a presentare le principali conseguenze al trauma della violenza. È stato proiettato il film “La bestia nel cuore”, seguito da un dibattito e dalla presentazione di slide. In generale, i ragazzi hanno avuto la possibilità di confrontarsi su temi delicati, acquisire informazioni importanti al fine di riconoscere le diverse forme di violenza e le loro difficili conseguenze, avere allo stesso tempo istruzioni su come difendersi e difendere chi patisce di queste esperienze. Hanno anche compreso che un trauma di questo genere si ripercuote su ogni aspetto della vita del soggetto, procurando ferite poco rimarginabili. Hanno mostrato empatia verso la vittima e partecipazione al processo di riconquista di sé e superamento della dolorosa vicenda subita.

Un ulteriore contributo nel libro della Dott.ssa Celia è stato quello di spiegare e descrivere l’attivazione del counseling psicologico all’interno della scuola.

La Dott.ssa Celia ha scritto inoltre un contributo in cui propone una tecnica d’intervento da utilizzare con i docenti intitolato: “Una metodologia d'intervento per la formazione dei docenti: Co-costruzione di Ipotesi Risolutive (CCIR)” all’interno del testo edito nel 2014 dalla Franco Angeli “Motivazione allo studio e dispersione scolastica. Come realizzare interventi efficaci nella scuola”, a cura di Mauro Cozzolino. Nel suo contributo, la Celia, dopo aver affrontato le questioni principali legate alla formazione all’interno di un’organizzazione complessa come la scuola, presenta il modello teorico socio-culturale alla base della metodologia proposta. La metodologia della Co-costruzione di Ipotesi Risolutive (CCIR), presentata in maniera operativa nella seconda parte del capitolo, è una metodologia gruppale di intervento formativo che scaturisce dall’esperienza maturata dall’autrice in molti interventi di formazione condotti nel contesto scolastico e rientra fra i metodi attivi di apprendimento, i quali hanno il vantaggio di rendere gli utenti protagonisti del processo formativo e costruttori dei loro stessi apprendimenti.

pubblicazioniL’idea di fondo di questa metodologia è che le risposte, che scaturiscono da un processo di co-costruzione nei contesti d’interazione sociale, siano più efficaci di quelle prodotte dal lavoro di un singolo individuo, in particolare quando quest’ultimo appartiene ad una organizzazione complessa come la scuola (Gergen 1994; Bruner, 1996; Cole 1996; Mantovani, 1998). L’intervento presentato si articola in quattro fasi in cui a partire da “ricerca d’aula” sulle esperienze professionali dei docenti, si giunge ad operare, progressivamente, una decristallizzazione dei loro “assunti”.

Il formatore tenta di attivare, indirettamente, una riorganizzazione cognitiva delle nuove informazioni emerse e, soprattutto, tenta di facilitare l’apprendimento di un metodo di costruzione degli interventi professionali, fondato sulla teoria della complessità, sulla psicologia culturale e sulla costruzione sociale di più ipotesi d’intervento intorno ad una stessa situazione problematica. L’obiettivo è di costruire un’impalcatura formativa che prevede in primo luogo di disattendere l’immediata aspettativa di ricevere una soluzione esterna al problema presentato. La metodologia, inoltre, favorisce la de-strutturazione di certe letture, spesso connotate da rigide convinzioni sui problemi, per giungere ad un quadro complesso e condiviso che faciliti interventi professionali più efficaci e densi di “senso”. Tra i vantaggi di questa metodologia vi sono anche: il rinforzare il senso di appartenenza ad una istituzione che può essere così percepita come funzionante ed efficace, perché efficaci si percepiscono i suoi rappresentanti; il promuovere l’idea dell’efficacia del lavoro di gruppo attraverso un’esperienza gratificante.

La metodologia CCIR favorisce una destrutturazione dei precedenti assunti comportamentali sulla situazione problematica e contribuisce ad una riorganizzazione delle risorse per fronteggiare il problema in maniera più funzionale ed adeguata.

Iscriviti Ora

Sono in corso i colloqui di ammissione alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Strategica ad Orientamento Neuroscientifico.

Scarica il Regolamento della Scuola

Domanda di Ammissione: Scarica in formato pdfScarica in formato word

Domanda di Iscrizione: Scarica in formato pdfScarica in formato word

In Evidenza

9 Settembre 2017 ore 10:00 / 19:00

CIPPS - Via Antonio Amato 20/22, Salerno

L'uso del sogno nella psicoterapia strategica integrata

Giovanna Celia

Piattaforma Elearning

Inserisci le credenziali per accedere alla piattaforma di formazione a distanza


Informazioni ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati personali

Per le finalità connesse alla fornitura del Servizio, Perseo S.p.A. Impresa Sociale, con sede ad Angri (SA), via Dei Goti n.209, di seguito denominata PERSEO, esegue il trattamento dei dati forniti dai clienti, o comunque acquisiti in sede di esecuzione del Servizio.
Il titolare del trattamento è PERSEO nella persona del legale rappresentante pro tempore.
L’elenco dei responsabili del trattamento dei dati personali e dei terzi destinatari di comunicazioni è disponibile presso gli uffici di PERSEO.

Il trattamento dei dati avviene con procedure idonee a tutelare la riservatezza dell'Utente e consiste nella loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione degli stessi comprese la combinazione di due o più delle attività suddette.

Il trattamento dei dati, oltre alle finalità connesse, strumentali e necessarie alla fornitura del Servizio sarà finalizzato a:
a) comunicare i dati a Società che svolgono funzioni necessarie o strumentali all'operatività del Servizio e/o gestiscono banche dati finalizzate alla tutela dei rischi del credito e accessibili anche a Società terze anche al di fuori del territorio dell'Unione Europea;
b) raccogliere dati ed informazioni in via generale e particolare sugli orientamenti e le preferenze dell'Utente; inviare informazioni ed offerte commerciali, anche di terzi; inviare materiale pubblicitario e informativo; effettuare comunicazioni commerciali, anche interattive; compiere attività dirette di vendita o di collocamento di prodotti o servizi; elaborare studi e ricerche statistiche su vendite, clienti e altre informazioni, ed eventualmente comunicare le stesse a terze parti; cedere a terzi, anche al di fuori del territorio dell'Unione Europea, i dati raccolti ed elaborati a fini commerciali anche per la vendita o tentata vendita, ovvero per tutte quelle finalità a carattere commerciale e/o statistico lecite.

Il conferimento del consenso al trattamento dei propri dati personali da parte dell'Utente è facoltativo. In caso di rifiuto del trattamento dei dati personali di cui alla lettera b) il trattamento sarà limitato all'integrale esecuzione degli obblighi derivanti dalla fornitura del Servizio, nonché all'adempimento degli obblighi previsti da leggi, regolamenti e normativa comunitaria. In caso di rifiuto del trattamento dei dati personali di cui alla lettera a) la Società non potrà fornire il Servizio.

Il trattamento dei dati dell'Utente per le finalità sopraindicate avrà luogo prevalentemente con modalità automatizzate e informatizzate, sempre nel rispetto delle regole di riservatezza e di sicurezza previste dalla legge. I dati saranno conservati per i termini di legge presso PERSEO e trattati da parte di dipendenti e/o professionisti da questa incaricati, i quali svolgono le suddette attività sotto la sua diretta supervisione e responsabilità. A tal fine, i dati comunicati dall'Utente potranno essere trasmessi a soggetti esterni, anche all'Estero, che svolgono funzioni strettamente connesse e strumentali all'operatività del Servizio.

Ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il Cliente ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento e può, secondo le modalità e nei limiti previsti dalla vigente normativa, richiedere la conferma dell'esistenza di dati personali che lo riguardano, e conoscerne l'origine, riceverne comunicazione intelligibile, avere informazioni circa la logica, le modalità e le finalità del trattamento, richiederne l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione, richiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima, il blocco dei dati trattati in violazione di legge, ivi compresi quelli non più necessari al perseguimento degli scopi per i quali sono stati raccolti, nonché, più in generale, esercitare tutti i diritti che gli sono riconosciuti dalle vigenti disposizioni di legge.